Le nostre Wildcats perdono di 17 a Conegliano contro il Bfc Conegliano. Il finale di 65-48 per le padroni di casa però non legittima la buona prova delle giocatrici di Lucija Drobac che in avvio di terzo quarto, grazie ad un parziale di 9-0 erano riuscite a fare cambiare l’inerzia della partita.

QUINTETTO BASE. Alla palla a due d’inizio campionato si presentano attorno al cerchio di centrocampo Formiconi, Bozza, Scaringi, Fornasier e De Lion. L’impatto è un misto tra emozione e tanta voglia di fare e dopo 2’35” di gioco intriso di energia e corse infinite da una parte all’altra del parquet è Formiconi a segnare il nostro primo punto del campionato dalla lunetta (1-4 per Conegliano). E’ di Silvia Bozza, invece il nostro primo canestro della stagione su azione (3-6) dopo 3’21” di gioco. All’appello manca, visto che siamo in tema, anche il nostro primo sigillo dai 6,75, lo segna ancora Bozza dopo 2’15” del secondo quarto (14-17 sempre per il Bfc).

DIFENDERE E CORRERE. E’ la ricetta che chiede alle Wildcats, coach Lucija Drobac durante un time out per entrare definitivamente in partita: difendere e correre. Il messaggio è ricevuto, infatti Conegliano fatica a segnare nel secondo quarto e dovrà aspettare 5’ minuti esatti di cronometro prima di trovare il canestro, con una tripla che riporta a + 7 le nostre avversarie (21-14). Nel corso del primo tempo da evidenziare oltre ai sette punti di Bozza, anche un paio di stoppate difensive che fanno andare i n visibilio la nostra panchina.

OTTIMO INIZIO DI TERZO QUARTO. La ripresa ha il nostro graffio su ogni pallone in difesa e con un break di 9-0 passiamo per la prima volta in vantaggio dopo 22’32” di gioco con un canestro di De Lion autrice di sei punti in questo frangente, gli altri tre li segnano Scaringi e Bozza. La sensazione è che l’inerzia del match sia nelle nostra mani, ma…

LA SVOLTA. Sul 28-27 per noi Conegliano chiama time out. Si riprende con palla in attacco per noi. Dalla rimessa laterale, Formiconi è rapida nel tentare il tiro da tre, il ferro non ci aiuta, la palla entra ed esce. Dall’altra parte per ben cinque volte permettiamo alle braccia avversarie di essere più veloci di noi in attacco, fino ai liberi del loro nuovo vantaggio (28-27). Non riusciamo più a ritrovare lucidità in attacco, quei cinque secondi tiri concessi al Bfc ci pesano come macigni su gambe e morale. Subiamo un contro parziale di 16-4 che ci vede sotto di 9 punti all’ultimo intervallo della partita prima del quarto finale. Nell’ultimo tempino smarriamo anche la fiducia oltre che l’energia, il massimo svantaggio è di 18 punti nel finale (65-47).

Il nostro tabellino: Martina Marcon 1, De Lion 19, Formiconi 9, Bozza 10, Scaringi 5, Fornasier 2, Bertinotti 2, Paludetto, Parpinello, Migotto, Silvia Marcon, Moretto.

Ph & Cronaca by Thomas Maschietto